Il Progetto

Campus Edilizia > Il Progetto

Premessa

Nel mondo il settore delle costruzioni è in continua espansione e alti investimenti ne spingono la ricerca e lo sviluppo, soprattutto in termini di digitalizzazione e di sostenibilità ambientale. In Italia il comparto ha vissuto una decina d’anni di profonda crisi economica che ne ha condizionato l’immagine, causando una grave carenza di investimenti e di visione.

Questo quadro ha frenato l’evoluzione del settore nel nostro paese che, solo a partire dal 2018, ha iniziato un percorso di rinascita. La volontà di migliorare la percezione esterna del settore, penalizzato anche da situazioni contingenti e per lo più esterne allo stesso, gravato anche da un decennio di profonda crisi internazionale, ha spinto le realtà del sistema edile locale bresciano a promuovere un progetto, Campus Edilizia Brescia, per rigenerare l’immagine della filiera delle costruzioni e attrarre investitori nazionali e internazionali.

L’edilizia al centro del sistema economico

Quello delle costruzioni è un settore fondamentale per la ripresa del ciclo economico nazionale e rappresenta uno dei pochi comparti industriali non delocalizzabili e a forte impatto produttivo sul territorio in cui si realizzano le opere. Il comparto edile si caratterizza per una lunga e complessa filiera con una bassa incidenza di importazioni nel processo produttivo.

In merito agli effetti moltiplicativi, i più recenti studi economici indicano che una spesa aggiuntiva nel settore delle costruzioni genera sul sistema economico un effetto volano pari al 351%. In merito alle ricadute occupazionali, una produzione di un milione di euro in costruzioni produce un incremento di 15,5 unità di lavoro nette di cui 9,9 direttamente nel settore delle costruzioni (pari ad una percentuale del 64%) e 5,6 nei comparti collegati (elaborazione Ance su dati Istat).

Il progetto in sintesi

Campus Edilizia Brescia nasce in seno al sistema Ance Brescia per veicolare un’immagine positiva del settore edile bresciano, al fine di favorire la crescita economica e l’occupazione;

creare una performante sinergia tra imprese, professionisti e istituzioni; incoraggiare l’utilizzo delle tecnologie nelle imprese, aiutandole nei processi di sviluppo e modernizzazione;

elaborare strategie per la valorizzazione dei prodotti edilizi, in particolare quelli green e innovativi;

promuovere la diffusione di buone pratiche, nel rispetto delle norme che regolano il comparto delle costruzioni.

Il progetto è governato da un tavolo di coordinamento e regia, composto dai rappresentanti delle realtà aderenti: Ance Brescia, Cassa edile Brescia, Ente sistema edilizia Brescia, Ordine degli Ingegneri, Ordine degli Architetti, Collegio Geometri, Comune di Brescia, Università degli Studi di Brescia, Confindustria Brescia, A2A e Redo Sgr. L’iniziativa gode del patrocinio della Camera di Commercio di Brescia.

 

Il tavolo parte dalla consapevolezza che la provincia di Brescia è la quinta area demografica e economica del paese, che la crisi ha evidenziato consistenti elementi di criticità, che i tassi di recupero del terreno perso rispetto al passato pre-crisi, alle possibilità esistenti e alla comparazione con altre realtà territoriali sono stati contenuti, e che il modello di sviluppo si gioca sempre più sulla produttività totale dei fattori, sulla sostenibilità, sull’innovazione e sull’integrazione di capacità e risorse.

Il lavoro che il tavolo tecnico svolge è il seguente:

individuare le vocazioni sociali-economiche-ambientali dei diversi ambiti territoriali che caratterizzano la provincia: una visione a 20 anni;

realizzare una Swot analysis concreta per ogni ambito territoriale che individui i punti di forza e di debolezza, le opportunità e le minacce;

individuare i nodi strategici dello sviluppo;

sviluppare l’analisi rispetto ai nodi individuati di quello che è già in atto, di quello che è fermo, di quello che non c’è;

sviluppare una analisi delle potenzialità delle risorse disponibili, su vari piani, pubblici e privati;

suggerire un percorso operativo di sintesi per i decisori pubblici e privati.

Macroaree di studio

Il progetto si declina all’insegna dei concetti “Costruire Abitare Vivere” e studia i temi cardine dell’edilizia del ventunesimo secolo:

Sostenibilità | Edilizia Green | Economia circolare

Materiali e tecniche di costruzione ecocompatibili, progettazione spazi verdi, riciclo e corretto conferimento degli inerti, efficienza energetica e risorse rinnovabili, valutazione impatto ambientale, mobilità sostenibile.

Innovazione e Digitalizzazione | Edilizia 4.0

Software e piattaforme digitali, tecnologie e strumentazioni informatiche, domotica, Bim, Knx, Smart City e Smart Living, ricerca e sviluppo tecnologico, automatizzazione e ottimizzazione processi.

Rigenerazione Urbana e Recupero Edilizio

Pianificazione e riqualificazione degli spazi urbani e periferici, lotta al degrado, conservazione e tutela del patrimonio edilizio e paesaggistico.

Design & Living Space

Estetica urbana e domestica, interior ed exterior design, arredo e finiture.

Edilizia Sicura

Sicurezza in cantiere, manutenzione ordinaria e straordinaria di immobili e infrastrutture, efficientamento antisismico, prevenzione dissesto idrogeologico, trasparenza e legalità.

Qualità della Vita

Servizi e Welfare urbano, studi e ricerche sulla Qualità della Vita e la sua evoluzione temporale.

L’attività progettuale e di promozione del Campus

Il Campus organizza tavoli di confronto coinvolgendo tutti gli attori aderenti al progetto, al fine di pianificare e consolidare le strategie in essere.

Particolare attenzione è rivolta allo sviluppo green e tecnologico del settore e all’occupazione. Il progetto, infatti, favorisce la cooperazione, consentendo alle realtà del Campus di mettere in pratica quotidianamente i ragionamenti costruiti insieme, che toccano temi quali: innovazione, digitalizzazione, riqualificazione dell’esistente, rigenerazione urbana, sostenibilità, economia circolare e materiali green, sicurezza sul posto di lavoro, efficienza energetica e antisismica, formazione e legalità.

Volendo condividere con i professionisti e il pubblico bresciano le diverse iniziative e le tematiche trattate, è stata avviata un’attività di promozione e ufficio stampa, che ha garantito spazi informativi sui media locali, sulle riviste di settore specializzate e sui canali online.

Stakeholder

Coordinando le attività, le realtà presenti e gli obiettivi cardine dell’iniziativa, Campus Edilizia Brescia ha alimentato e alimenta sinergie positive, volte al miglioramento e allo sviluppo del territorio bresciano.

 

Il progetto si rivolge a stakeholder istituzionali che lo supportino dal punto di vista economico. Il coinvolgimento di attori territoriali, parte attiva della filiera dell’edilizia, è perseguito e ricercato in ogni fase del progetto, perché la presenza di tutti – imprese, banche, fondi e produttori – è necessaria per migliorare la percezione del settore agli occhi dell’opinione pubblica, pubblica, indirizzandola verso il buon costruito e verso la coscienza della qualità edilizia e della misura delle prestazioni che questa può e deve garantire.

Richiesta informazioni

Per qualsiasi informazione è possibile compilare il form sottostante. Il nostro personale vi ricontatterà al più presto

1 Step 1
Consenso Privacy
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder